news
Un progetto di sviluppo dell’agricoltura del Mezzogiorno sull’asse Confagricoltura Uncai
22.06.2017

Un progetto di sviluppo dell’agricoltura del Mezzogiorno sull’asse Confagricoltura Uncai

Il presidente di Uncai Aproniano Tassinari ha incontrato ieri a Roma il presidente di Confagricoltura Massimiliano Giansanti e il presidente di Confagricoltura Puglia Donato Rossi. In vista c’è un programma di sviluppo della collaborazione tra le due associazioni nel Centro e nel Sud Italia. “Nei prossimi mesi la partnership tra Uncai e Confagricoltura si svilupperà soprattutto nel Centro e nel Sud Italia. In particolare, nel Mezzogiorno il contoterzismo è una realtà diffusa e qualificata che sente la necessità di una sintesi. Compito di Uncai è favorirla, permettendo agli imprenditori agromeccanici di identificarsi con una propria organizzazione regionale che, in modo professionale ed esclusivo, porti avanti le istanze e difenda gli interessi dei contoterzisti”, afferma il presidente di Uncai Aproniano Tassinari a margine dell’incontro. Essenziale per il progetto (già concretizzato in Umbria e in Puglia con le associazioni Contoterzisti Umbria e Contoterzisti Puglia) è la collaborazione e l’affiancamento di Confagricoltura: “Un lavorare insieme che porta servizi agromeccanici qualificati agli agricoltori di Confagricoltura e vantaggi a tutto il sistema agricolo italiano”, aggiunge Tassinari. Il presidente di Confagricoltura Puglia Donato Rossi è quindi intervenuto manifestando soddisfazione per l’obiettivo già raggiunto in Puglia e per quanto c’è in programma di fare anche in altre regioni: “Si tratta di un progetto su cui i vertici delle due associazioni stanno lavorando e investendo. Il contoterzismo è un perno sempre più attivo dell’attività agricola, anche nell’ottica di una gestione sostenibile delle aziende. Inoltre il ricorso alle imprese agromeccaniche qualificate è sempre più diffuso anche nel Sud Italia. Per questo, dopo la Puglia, fare sintesi con il contoterzismo anche in alte regioni del Sud e del Centro Italia fortificherebbe tutto il settore e rappresenterebbe per Confagricoltura un importante passo in avanti”.